TR00243A.gif (2486 byte)


Rousseau

Enciclopedia multimediale delle scienze filosofiche



Questa volta la mia recensione non si riferisce ad un libro, ma ad un DVD. Per la precisione, si tratta del ventunesimo disco contenuto nella raccolta "Philosophia. Il cammino del pensiero" e dedicato a Rousseau.

Sulle teorie politiche di J.J. Rousseau sono state scritte montagne di libri da autori molto più qualificati di me in questo campo, perciò userò il DVD in questione per mettere in evidenza la mancanza di rigore logico che stranamente dimostrano certi studiosi delle materie filosofiche.
  1. All'inizio della presentazione del DVD viene detto che Rousseau è considerato il "teorico della democrazia moderna".

  2. Nella fine della stessa presentazione, però, viene detto: ".... la nozione roussoniana di volontà generale... non risulta dalla maggioranza o dalla unanimità dell'assemblea, essendo piuttosto quella che oggettivamente afferma il bene comune, anche contro il consenso dei governati.... la ragione che coglie l'interesse generale non scaturisce da una discussione, ma la precede e la orienta".
Ora, a parte quell'avverbio terribile che ricorda i processi staliniani (oggettivamente), come si fa a non rilevare l'assoluta incompatibilità tra l'affermazione iniziale, secondo la quale Rousseau sarebbe il teorico della democrazia moderna, e le precisazioni contenute nella parte finale della stessa presentazione?

Questa incompatibilità è talmente evidente che per non vederla bisogna essere accecati da una potentissima componente ideologica, nel senso negativo del termine. A dire il vero, comunque, la mancanza di rigore logico va attribuita non solo ai commentatori del pensiero di Rousseau, ma anche a lui stesso, quanto meno per quello che riguarda il concetto di "democrazia".  Il DVD di cui sto parlando dimostra che all'interno dello stesso contenitore possono coesistere  le due classiche interpretazioni contrapposte del pensiero di Rousseau.  Non è un caso del resto che ad esso abbiano fatto riferimento sia i democratici convinti sia i sostenitori  dei sistemi totalitari, intolleranti e liberticidi.


Torna all'indice

Blueline.gif (1408 byte)

 

Home Page